LOCAZIONI

Locazioni

Si garantiscono ai clienti consulenza e assistenza per ogni tipo di esigenza in materia di affitti e locazioni, con un servizio puntuale e professionale, aggiornato e competente.

La materia in questione è particolarmente delicata ed importante in considerazione del “ruolo sociale” che occupa nei rapporti tra privati ma anche tra privati e pubblici. A questo si aggiunga che l’evoluzione normativa e giurisprudenziale ha caratterizzato l’intera materia come una delle meno scontate e soprattutto in continuo movimento. Intanto in forza del contratto di locazione un soggetto, detto locatore, si obbliga a fare utilizzare ad un altro soggetto, il conduttore, una cosa per un dato tempo, in cambio di un determinato corrispettivo. Nell'ordinamento italiano rilevanza preminente assume la locazione di beni immobili. Parte di tale disciplina è regolata dal Codice Civile, dalla Legge n. 392/78 e dalla Legge n. 431/98.

Si consideri che l’evoluzione normativa e giurisprudenziale che ha da sempre caratterizzato l’intera materia, ha attribuito alla materia come una delle meno scontate e soprattutto in continuo movimento.

Si pensi alla recente normativa approvata con la Legge di Stabilita 2016 per porre rimedio agli “ affitti in nero “.

Per effetto di tale nuova regolamentazione, la locazione non registrata (anche se scritta) comporta alcuni indiscutibili svantaggi per il locatore :

  • innanzitutto, in caso di morosità dell’inquilino, il padrone di casa non potrà azionare la procedura accelerata dell’ingiunzione di sfratto per morosità, dovendo invece procedere con un giudizio ordinario molto più lungo e tortuoso;
  • a seguito, poi, di due importanti sentenze delle Sezioni Unite della Cassazione (Cass. sent. n.18213/2015 e n.18214/015, entrambe del 17.09.2015) è stato chiarito che il contratto di locazione non registrato è nullo solo per l’inquilino e non per il locatore; con la conseguenza che il primo non potrà sfrattare il secondo sostenendo che non sussiste un valido contratto per rimanere dentro casa;
  • nel caso in cui il contratto di affitto sia stato scritto e registrato, ma riporti un prezzo inferiore, a titolo di canoni, rispetto ad un eventuale secondo accordo sottobanco (che contenga, invece la previsione di un canone extra in nero), il padrone di casa non potrà agire in causa, nei confronti del conduttore, per i maggiori importi concordati, in quanto tale accordo nascosto è nullo e, quindi, mancherebbe un valido titolo da portare a fondamento della pretesa giudiziaria;
  • dal canto suo, l’inquilino, nel caso di patto “sottobanco” volto a imporgli un canone superiore rispetto a quello risultante dal contratto scritto e registrato, potrà richiedere la restituzione di tutte le maggiori somme versate: e ciò perché, come detto, la nullità del contratto non registrato vale solo per il conduttore e non per il locatore.

Le attività svolte dallo Studio in tale ambito riguardano specialmente:

  • consulenza relativa a contratti di locazione ad uso abitativo e commerciale;
  • intimazioni di sfratto per finita locazione;
  • intimazioni di sfratto per morosità;
  • azioni di recupero dei canoni e delle spese non pagate;
  • assistenza ad ampio raggio in materia di affitti e locazioni.

Lo Studio, forte della sua preparazione in materia, nonché della sua esperienza, offre alla clientela, in ordine a tali aspetti, tutti gli strumenti utili alla difesa e tutela dei propri diritti: dalla semplice consulenza in ufficio (E' comprovato che la coltivazione di trattative stragiudiziali in materia spesso portano al risultato sperato (come la diminuzione del canone di locazione per il conduttore, o la liberazione immediata dell'immobile per il locatore) fino alla difesa processuale.

Hai bisogno di aiuto?